La Mediazione Familiare

Quello che c’è da sapere

La separazione da una persona che abbiamo amato è una delle emozioni più forti della vita. Una parte di te se ne va con l’altro e sei consapevole che non sarai più la persona che eri prima. Il mio percorso di vita e i molti anni passati come educatrice e sostegno alle famiglie mi hanno portato alla consapevolezza della sofferenza e del disagio, spesso sottovalutati, vissuti dal bambino all’interno delle dinamiche in fase di separazione.
Da qui la scelta di conseguire il Master in Mediazione Familiare per accompagnarvi, se lo vorrete,  a ritrovare un dialogo consapevole, scevro da rancori e rivalse, unicamente volto a conservare e a riappropriarvi pienamente della vostra genitorialità e serenità.

    Cos’è la Mediazione Familiare

    La Mediazione Familiare si offre come una relazione di aiuto per riorganizzare la vita familiare o individuale in caso di separazione, ma anche alla produzione di accordi, i cui effetti, una volta omologati in sede giurisdizionale, diventano veri e propri atti giuridici. Attraverso la mediazione la coppia apprende un nuovo modo di dialogare e di collaborare, prevenendo, inoltre, liti che potrebbero sorgere in futuro.
    Perché è uno strumento “per vincere tutti e due” come afferma Lisa Parkinson.
    Questo percorso rappresenta una valida alternativa alla via giudiziaria, offrendo, in un luogo sicuro, l’acquisizione di nuove ed efficaci modalità di comunicazione; le relazioni vengono ridefinite, assumendosi le responsabilità del proprio ruolo genitoriale e decidendo, inoltre, tutti gli aspetti dei futuri ruoli familiari.

    La Mediazione Familiare richiede un periodo di sospensione delle cause eventualmente in atto.

    Chi è il Mediatore Familiare

    Il mediatore è un esperto della gestione emotiva, comunicativa e pratica delle fasi critiche legate alla separazione o al divorzio di una coppia, è imparziale e non può imporre nessun tipo di soluzione.
    Il suo obiettivo è aiutare le parti in lite a raggiungere un accordo che dovrà essere volontario, accettabile e durevole, ristabilendo un clima di comunicazione e cooperazione costruttive, osservando il segreto professionale, anche nei confronti degli avvocati delle parti.

    Informazioni pratiche

    In genere la mediazione familiare prevede dai 6 ai 12 incontri di 1 ora/ora e mezza a cadenza settimanale o quindicinale.
    La durata e la cadenza delle sedute variano in base alla fase della mediazione e a quella della separazione.
    Il percorso di mediazione puo iniziare in qualsiasi fase della separazione, anche se la coppia condivide ancora la stessa abitazione.
    E’ consigliabile, nelle coppie altamente conflittuali, che il primo incontro sia affrontato separatamente.

    Dove

    via San Giuliano 15/b Bologna | tel +39 339 637 8638
    c/o Studio Legale Pasquali via Bruno Tosarelli, 25 40055 Castenaso